A VENEZIA CON CASSON, PER UNA FORTE INIEZIONE DI TUTELA AMBIENTALE

Posted in Comunicati Stampa, Green Italia.

11021172_10153077246692822_2634286651767689919_nVenezia, per la sua unicità storica e territoriale, e per gli interessi illeciti e pericolosi che l’hanno attraversata nel corso degli ultimi anni ha bisogno di essere messa al più presto in mani saldissime. Per la sua storia e integrità, il suo impegno in nome della legalità e della tutela ambientale, il nome giusto per guidare il comune di Venezia è senza dubbio Felice Casson. Il nostro appoggio in vista delle primarie, e delle elezioni, non può che andare a lui”.

Lo hanno dichiarato Monica Frassoni, co-presidente del Partito Verde europeo, e i rappresentanti di Green Italia e Verdi italiani, in una conferenza stampa tenuta oggi a Venezia insieme a Felice Casson.

DOMANI A VENEZIA I VERDI EUROPEI DISCUTONO DI GREEN ECONOMY CON GLI ECOLOGISTI ITALIANI

Posted in Egp, Green Italia.

337516_335080106505084_304049527_oDomani venerdì 27 febbraio l’esecutivo del Partito Verde Europeo si riunirà in Italia per incontrare ecologisti italiani e per discutere di economia verde nel corso dell’evento pubblico “Green Economy, Italia chiama Europa” che si svolgerà presso la Fondazione Levi a Venezia. L’incontro di Venezia non solo sarà un importante appuntamento per il rilancio dell’ecologismo politico italiano ma rappresenta un’occasione di discussione sul futuro di economia e di società che si vuole costruire in Italia e in Europa. La scelta di Venezia, città sconvolta dallo scandalo del Mose, una mega-opera contro la quale si sono sempre battuti i Verdi italiani e che si è dimostrata essere una centrale di corruzione e malaffare non è casuale: particolare importanza sarà, infatti, riservato anche al prossimo appuntamento elettorale in Veneto e a Venezia, che rappresenta un importantissimo laboratorio politico per il futuro dell’ecologia politica in Italia.

La giornata prevede tre appuntamenti pubblici di cui potrete trovare i dettagli aprendo il link in basso e nei quali si alterneranno gli interventi di numerosi protagonisti dell’ecologia politica sia a livello italiano che europeo oltre che esperti e imprenditori della Green Economy

LIONE – TORINO, PONIAMO FINE ALLO SPRECO E CONCENTRIAMOCI SULL’AMMODERNAMENTO DELLE INFRASTRUTTURE

Posted in Articoli.

In vista del vertice franco-italiano del 24 febbraio che si terrà a Parigi, noi, parlamentari europei, responsabili locali ed associazioni dei cittadini, membri della taskforce contro la Torino-Lione, abbiamo deciso di inviare questa lettera aperta ai governi francesi ed italiani affinché smettano di spendere il denaro dei contribuenti per questo progetto tanto faraonico quanto inutile.

Signor presidente della Repubblica francese, Signor presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana,

Voi pensate di poter impegnare la Francia e l’Italia, con il sostegno delle istituzioni europee, nel progetto di collegamento ferroviario tra Lione e Torino, che comporta una spesa inaccettabile, tanto più quando il finanziamento del tunnel non è sicuro.

TRASPORTI; FERRANTE: OCCORRE FERMARE I “SIGNORI DELLE AUTOSTRADE”. ASFALTO INUTILE E COSTI PUBBLICI. LA BRETELLA SASSUOLO-CAMPOGALLIANO RISCHIA DI ESSERE NUOVA BREBEMI

Posted in Comunicati Stampa, Green Italia.

spaghetti-bowl

Occorre fermare i progetti dei signori delle autostrade, che con lo schema del project financing all’italiana, ovvero investimenti privati solo sulla carta e cari e vecchi fondi pubblici per terminare le opere, intendono lastricare di asfalto migliaia di km di territorio. Il caso della Bretella Campogalliano-Sassuolo in Emilia Romagna è esempio eclatante di spreco di denaro pubblico e di insensata politica dei trasporti, per cui occorre il massimo supporto alla petizione popolare promossa dal raggruppamento di forze ambientaliste “NoBretella Sassuolo Campogalliano” indirizzata alla Commissione europea, al governo italiano, alla Regione, che chiede di sanzionare come illegittimo l’art.5 dello “sblocca Italia” e di annullare la Delibera CIPE di approvazione del progetto definitivo.

PAESAGGIO, TOSCANA; GREEN ITALIA: RISCHIA DI ESSERE IL BOTTINO DI SPECULATORI E CEMENTIFICATORI. DA GOVERNATORE ROSSI E RENZI SERVE PRESA DI POSIZIONE NETTA IN DIFESA DEL PIANO PAESAGGISTICO

Posted in Comunicati Stampa, Green Italia.

chianti

“No allo sfregio del paesaggio unico della Toscana, uno dei più grandi beni italiani, che rischia di essere il bottino di speculatori e cementificatori se dovesse essere stravolto dagli emendamenti del Pd toscano il Piano Paesaggistico regionale. Dal presidente della regione Rossi occorre una presa di posizione più netta e convincente in difesa del Piano così come predisposto dall’assessore Marson, perchè il rischio deregulation è altissimo e il partito del mattone è sempre più coeso e agguerrito”.

Lo dichiarano i portavoce di Green Italia Annalisa Corrado e Oliviero Alotto.

IL TAR BLOCCA IL MUOS: IMPIANTO NOCIVO PER LA SALUTE DEI CITTADINI

Posted in Comunicati Stampa, Green Italia.

8-25-08image1

C’è un Giudice a Palermo: Crocetta dimettiti”

Lo stop ai lavori di costruzione del Muos di Niscemi ordinati dal TAR di Palermo rappresentano una clamorosa sconfessione della montagna di menzogne che hanno caratterizzato la decisione testarda e servile del Governo della Regione Siciliana di autorizzare la costruzione del mega radar.

Il TAR ha bloccato i lavori accogliendo le tesi dei legali del Comune di Niscemi e delle associazioni e movimenti, motivando coraggiosamente che ‘l’impianto nuoce gravemente alla salute della popolazione’. Evidentemente c’è un Giudice a Palermo”.

Lo dichiarano i coordinatori di Green Italia Fabio Granata e Monica Frassoni, e i portavoce del movimento Annalisa Corrado e Oliviero Alotto.

I REATI AMBIENTALI SONO DELITTI A TUTTI GLI EFFETTI

Posted in Comunicati Stampa, Green Italia.

NOITALIADEIVELENIL’intera Commissione Giustizia al Senato ha votato a favore di un articolo che annacqua il senso del ddl sui reati ambientali: il cosiddetto “ravvedimento operoso”[1].

“È inaccettabile – dichiara Monica Frassoni, coordinatrice di Green Italia e co-Presidente del Partito Verde Europeo – che il paese da anni primo in classifica per maggior numero di infrazioni europee in materia ambientale, nel quale 6 mln di cittadini subiscono ogni giorno gravi conseguenze per la propria salute e qualità di vita dovute al mancato rispetto dell’ambiente, lo stesso paese sottoposto a decine di condanne e a sanzioni milionarie da parte della UE e responsabile di una trasposizione all’acqua di rose della direttiva sulla responsabilità penale dei reati contro l’ambiente, confermi ancora una volta che per gli eletti italiani, tutto sommato, inquinare non è reato tanto grave e può essere facilmente perdonato.”

MOBILITIAMOCI E SALVIAMO LA GRECIA PER FAR CAMBIARE ROTTA ALL’EUROPA DELLA TROIKA

Posted in Articoli.

l43-parlamento-grecia-apoya-131219144212_mediumUna Grecia in crisi economica ed umanitaria non è un fardello per l’Europa, ma un’opportunità di porre fine a politiche insostenibili di sola-austerità. Come tale deve, quindi, essere riconosciuta da istituzioni e governi Ue, perché, anche questa volta, assieme al futuro ellenico è in gioco il futuro di tutto il continente. È per questo motivo che noi Verdi, abbiamo sottoscritto l’appello “Grecia: una nuova opportunità per l’Europa” lanciato per iniziativa, tra gli altri, dai deputati Verdi Ernest Urtasun e Ska Keller e sottoscritto finora, oltre che da più di 60 eurodeputati di vari gruppi politici, anche da Green Italia Verdi Europei. Per il medesimo motivo aderiremo anche alla manifestazione in programma domani, sabato 14 febbraio, “Cambia la Grecia, Cambia l’Europa” per il superamento delle politiche europee di austerità.

GREEN ITALIA VERDI EUROPEI ADERISCE A MANIFESTAZIONE PRO TSIPRAS “CAMBIA LA GRECIA, CAMBIA L’EUROPA” DI SABATO 14 FEBBRAIO

Posted in Comunicati Stampa, Green Italia.

 La sfida aperta in Europa dal governo Tsipras non riguarda solo la Grecia, ma nasce dall’ idea che l’Europa debba cambiare radicalmente passo nei metodi e nei contenuti delle sue politiche anticrisi .

Pur se non tutte le scelte fino ad oggi fatte dal governo Tsipras, dall’alleanza con Arel, partito nazionalista e di destra a un governo di soli uomini ci trovino d’accordo, le richieste che ha fatto all’UE sono sensate.

La Grecia sta pagando prezzi sociali drammaticamente alti, dovuti certo alle malefatte delle passate classi dirigenti ma anche alle ricette ultrarigoriste imposte ad essa, e dunque dopo anni di sofferenze e di ricette fallimentari, guidate da un’ideologia fredda  che bada ai numeri e non alle persone, è del tutto ragionevole dare 6 mesi di tempo alla Grecia.

APPELLO: GRECIA, UNA NUOVA OPPORTUNITÀ PER L’EUROPA

Posted in Appelli, Egp.

Le ultime elezioni in Grecia possono trasformarsi nella possibilità di un cambiamento reale dell’Europa. Dopo anni di austerità opprimente e di politiche economiche fallimentari che hanno minato la stabilità politica e sociale dell’Ue, riteniamo che il grido di speranza che arriva dal popolo greco sia la spinta propulsiva necessaria al nostro continente per cambiare rotta.

Negli ultimi anni la Grecia è stata l’anello debole di una catena di eventi fallimentare che hanno portato l’eurozona sull’orlo del baratro ed espulso milioni di europei dal nostro progetto comune. Il chiaro desiderio del popolo greco di voler respingere queste politiche disastrose è un campanello d’allarme per l’Europa nel suo insieme.